Sfera Orgonica con CRISTALLO DI QUARZO BIANCO

Sfera orgonica artigianale arricchita di cristalli di quarzo bianco per energizzare persone e ambienti

Codice: 9500007010015
Caratteristiche
Peso: 740 gr

Prezzo: € 39,00

Disponibilità:

Media



Vedi quali altri prodotti posseggono le stesse caratteristiche
#Armonizzazione #Energizzazione

Descrizione

Questa sfera orgonica artigianale arricchita di cristalli di quarzo bianco per energizzare persone e ambienti

è realizzata artigianalmente in resina poliestere, ottone, ferro, bronzo e con una punta di quarzo disposta verticalmente. Inoltre essa è stata riempita di scaglie di quarzo bianco per amplificarne l'effetto e godere delle sue vibrazioni benefiche.

Misure

Le misure che seguono sono indicative in quanto ogni prodotto è fatto artigianalmente.

  • Diametro: 6/7 cm
  • Peso: 200-250 gr

L'Orgonite è un composto formato da materiale organico e particelle metalliche in sospensione, combinato con cristalli di quarzo ed altre pietre, in grado di accumulare e purificare le energie sottili.

Indicazioni energetiche rilevate dal produttore:

  • UTILIZZO SPECIALE: sotto il letto, all'altezza del plesso solare; se non si riesce a dormire, toglierla
  • INDICAZIONI SUPPLEMENTARI:  indicato posizionarla in prossimità di fonti elettromagnetiche

L'Orgonite

L'Orgonite è un composto formato da materiale organico e particelle metalliche in sospensione, combinato con cristalli di quarzo ed altre pietre, in grado di accumulare e purificare le energie sottili.

Rappresenta l'evoluzione degli studi del Dott. Wilheilm Reich sull'energia Orgonica, Reich identificò l'energia delle religioni orientali come realmente esistente in natura, scoprì che i materiali organici hanno la proprietà di attrarre tale energia, mentre i materiali metallici la attraggono facendosi poi attraversare, sulla base di tali principi realizzò un accumulatore orgonico, una cabina con pareti formate da strati alterni di materiale organico e metallico, in modo da attrarre energia all'interno. Successivamente riuscì a identificare due stati di quest'energia, uno benefico, detto POR e uno dannoso per la salute umana, detto DOR.

L'orgonite è realizzata con lo stesso principio dell'accumulatore orgonico, una base di materiale organico in aggiunta a determinati tipi di metallo permettono l'accumulo di energia vitale, l'aggiunta di cristalli e tormaline e altre pietre fa in modo che quest'energia sia “filtrata” continuamente in base alle proprietà delle pietre, offrendo un ambiente energetico armonizzato e protetto dagli squilibri dei vari campi elettromagnetici, a tal proposito è importante sottolineare il fatto che l'Orgonite non agisce sul campo elettromagnetico ma sugli effetti che questo ha sul campo di energia vitale.

Disclaimer

L'uso della parola ORGONE® e di altre da essa derivate sono utilizzate a fini descrittivi e sono di proprietà di terzi.

Il termine orgone fu coniato dall'austriaco Karl Hans Welz per descrivere l'effetto che piccoli frammenti di metallo sospesi in resina indurita producevano un materiale il cui effetto era molto simile a quello sperimentato da W. Reich nei suoi accumulatori orgonici (ORAC) costituiti da una sovrapposizione di strati di materiali organici e fogli metallici.

Il termine orgone e i suoi derivati sono ormai entrati nell’uso comune a tal punto che si utilizzano non solo per indicare il particolare materiale ideato da Welz ma anche tutti quei materiali risultanti da ogni possibile variante e che sfruttano il medesimo concetto di base, ossia una miscela di elementi metallici con componenti organiche.

Infatti, l’orgone è anche chiamato «Ki» (o Qi), Energia Reiki, Forza Magica, Prana, Energia Eterica, Bioenergia, Fluido, Energia Astrale, Forza di Vita, Spirito Universale, e con infiniti altri nomi.

Inoltre, poiché l’orgonite trasforma l’energia nociva per la salute in energia «sana» può essere utilizzata con profitto in tutte quelle tecniche di medicina alternativa (come ad esempio la Cristalloterapia, Radionica, Radiestesia medica, tecniche di guarigione attraverso il Ki, ecc.) per potenziare gli effetti curativi sui pazienti.