Tessuti FIR TESLA-1618 Calza fotonizzante bottiglia 0,5 litri

Tessuto BIOFOTONICO giapponese by NEXUS in due misure per rendere l'acqua più fluida ed efficace per l'organismo

Codice: 9500000100249
Caratteristiche
Peso: 90 gr

Prezzo: € 26,84

Misure
Disponibilità:

6 in magazzino


Descrizione

Calze corpibottiglie in due misure realizzate con la tecnologia del Tessuto Biofotonico marchiato TESLA-1618 by Nexus per separare le molecole dell'acqua rompendo i clusters e consentire all'acqua di divenire più fluida e assolvere meglio alla sua funzione di depurazione.

Misure:

  • small: 0,5 lt
  • large: 1,5-2 lt

Nella scienza orientale dell'Ayurveda è fermamente consigliato di bollire l'acqua prima di assumerla. Facendo bollire l'acqua per almeno 15 minuti, oltre a far precipitare una parte dei sali minerali, si ha l'effetto di allentare le forze di Van der Wals, le forze di attrazione delle molecole. In questo modo i grappoli di molecole (i clusters) si rompono e per 90 minuti l'acqua diventa più fluida e penetra più facilmente nei tessuti. A lungo andare, l'acqua al suo passaggio non solo pulisce il tratto gastrointestinale, ma penetra nei tessuti sciogliendo ciò che si è depositato più in profondità.

Con la calza in tessuto biofotonico Tesla 1618, usata sulla bottiglia per almeno 10 minuti, si ha lo stesso effetto della bollitura sulla fiamma e le forze di Van der Wals non avranno effetto per 30 minuti se la calza verrà tolta o l'acqua versata in un bicchiere.

La calza copribottiglia Tesla1618, messa su una botti­glia di plastica o di vetro (non di metallo) migliora questa armonia ottimizzando le interazioni tra l’acqua e l’organismo. In questo modo l’organismo si idrata prima e con maggiore efficacia e, se l’acqua contiene integratori, il fisico li assorbe prima e li digerisce meglio. Per questo chi lo adotta lo usa anche nella vita quoti­diana ottenendo una migliore disintossicazione dell'organismo.

I dispositivi Tesla-1618 si possono usare notte e giorno

L'estetica

Tutto ciò che è inteso come estetico significa che le parti sono in proporzione tra loro secondo il numero 1,618 che è il numero della sezione aurea.

Questo significa che le distanze, ad esempio nei volti, sono di misure tali che il rapporto tra loro restituisce 1,618; vedi degli esempi da questo sito:

Detto questo le caraffe e i prodotti della Nature's Design sono realizzati secondo la sequenza fibonacci; questa sequenza è costituita dalla regola per cui il numero successivo è uguale alla somma dei due precedenti.

Questa cosa è rilevata dalla struttura geometrica della natura, tipo questa della conchiglia a spirale:

spirale aurea di Fibonacci

spirale aurea

quindi la sequenza di Fibonacci è la rappresentazione matematica di una conchiglia a spirale, ad esempio.

Ecco quindi la sequenza:

0 + 1 = 1
1 + 0 = 1
1 + 1 = 2
2 + 1 = 3

quindi 0,1,1,2,3,5,8,13,21 ecc.  (la somma dei due precedenti è uguale al numero successivo). Ora se si fa la divisione tra il numero successivo e quello precedente si ottiene, via via, un numero sempre più vicino a 1,618.

Quindo la sequenza Fibonacci, se rilevata nella geometria delle cose, fa sì che quella cosa è esteticamente bella, cioé ARMONICA.

I dispositivi NATURE'S DESIGN oltre ad informare in sezione aurea, nel 90% dei casi hanno anche il FIORE DELLA VITA stampigliato in un modo o nell'altro (satinato, oro, platino, disegno multicolore) per cui l'acqua viene informata ANCHE con la geometria del fiore della vita.

L'acqua e le forze di Van Der Waals

Detto questo passiamo ai clusters. In natura esiste un effetto fisico detto FORZE DI VAN DER WAALS.

Questo fa sì che le molecole d'acqua si agggreghino fino a far sì che raggiunto uno stato elettronico NEUTRO si fermi l'aggregazione (per forza: l'effetto magnetico della superficie va a zero per cui non vengono attirate altre molecole). Questo stato di massima aggregazione equivale a circa 1200 molecole, tipico dell'acqua ferma delle paludi:

zanzara che cammina sull'acqua

Quindi se l'acqua è ferma si aggrega, mentre l'acqua di sorgente è fresca perché ha cluster molto piccoli, intorno alle 200-300 molecole.

Ciò significa che le zanzare non possono camminare sul'acqua di sorgente, ma neanche su quella di un lago perché il movimento ANNULLA parzialmente le forze di Van Der Waals che invece tendono a tenere insieme le molecole.

Ora ci sono due cose importanti: quando un cluster è in saturazione, quindi 1200 molecole di acqua, esso è elettricamente neutro per cui per far sì che l'acqua possa essere usata per le reazioni biochimiche deve essere SPACCATO dal corpo. In questo modo un cluster più piccolo è automaticamente elettricamente INSTABILE, cioè capace di legarsi con i nutrienti (calcio, sodio, potassio ecc.) per poter nutrire e ripulire le cellule (reazioni metaboliche).

Quando l'acqua è ferma, tipo l'acqua delle bottigle di plastica, abbiamo grossi blocchi di cluster a cui il corpo deve tenere fronte, cioè renderli clusters più piccoli per renderli elettricamente utilizzabili e fa questo con un enorme spreco di energie: immagina che fatica ci vuole per spaccare con l'ascia un pezzo di legno in due.

Un altro problema, relativo però all'acqua del rubinetto, oltre ad essere parzialmente ferma, è quello che la stessa VIAGGIA vicino a tubazioni nere (fognarie) ad esempio per cui la stessa acqua si arricchisce di informazioni MORTE (ne viene informata negativamente).

I tessuti TESLA-1618

Un ruolo speciale ha la febbre nell'organismo; un blocco metabolico con relative problematiche corrisponde sempre a clusters d'acqua di almeno 400 molecole presenti nell'organismo. La febbre, con il suo aumentare di calore (range dell'infrarosso), porta all'aumento dell'emessione di una particolare frequenza dell'infrarosso chiamata INFRAROSSO LUNGO o FIR. I FIR hanno la capacità di spaccare i clusters 400 i quali hanno al loro interno sempre una sostanza nutritiva che dovrebbe arrivare alla cellula oppure una sostanza di scarto della cellula che dovrebbe arrivare/essere scaricata nel circuito linfatico (il circuito di espulsione dei rifiuti organici).

Il tessuto TESLA 1618 emette FIR localmente capaci di spaccare i cluster 400 e di far riprendere il metabolismo, per questo funzionano SEMPRE.

Un'ultima cosa: nel più c'è il meno

Nel più c'è il meno, recita un proverbio; il concetto è che qualsiasi blocco di marmo, per essere reso una statua, deve essere RIDOTTO, cioè per forza essere reso più piccolo. Al pari, ogni volta che l'acqua viene sottoposta a vibrazione in essa SICURAMENTE i clusters vengono resi più piccoli (fotografie in campo oscuro che confermano gli esperimenti di Masaru Emoto).

Assumere un'acqua informata, oltre ad avere cluster "piccoli" e quindi elettricamente instabili ed utili, sono anche informati per cui l'armonia che abbiamo dato all'acqua con i nostri dispositivi porta armonia al sistema corpo.

La questione dell'informazione dell'acqua vale SOLO per i liquidi acquosi: acqua, caffè, birrra, vino, latte ecc. E NON PER L'OLIO, ad esempio.